Claudio Volante aderisce al Gruppo consiliare de “I Comitati Civici”

Si comunica ufficialmente che nel corso di un apposito incontro, tenutosi in data odierna a Villa Niscemi, è stata formalmente comunicata l’adesione dell’Avv. Claudio Volante – già consigliere comunale presso il Comune di Palermo – al neocostituito Gruppo consiliare de “I Comitati Civici”, cui confluisce altresì il neoeletto Presidente del Movimento politico, il Consigliere Avv. Giulio Cusumano.

I Comitati Civici, forti delle migliaia di preferenze loro accordate nel corso dell’ultima competizione elettorale, si prefiggono l’obiettivo di creare uno spazio libero e democratico, ove ciascun cittadino possa impegnarsi per il bene della collettività in condizioni di parità ed equità.

Come già evidenziato nel corso della recente assemblea elettiva, il Gruppo intende consolidare la propria presenza  nei venticinque quartieri del capoluogo siciliano, così come nei paesi della provincia, nominando a tal fine dei “referenti di Comitato”, con il fine di orientare la propria attività al raggiungimento dei seguenti obiettivi programmatici:

  1. Rilancio dei grandi impianti sportivi cittadini e dei luoghi pubblici destinati allo svolgimento di attività ricreative, nella consapevolezza che lo sport debba porsi come fulcro centrale per l’educazione delle nuove generazioni;
  2. Realizzazione di un nuovo grande cimitero cittadino, riducendo al minimo ogni possibile rischio di influenze illecite nella gestione di tali attività;
  3. Creazione di una nuova “Cittadella comunale” nell’area della c.d. “Fiera del Mediterraneo”.
  4. Al riguardo, si ritiene del tutto inaccettabile che il Comune di Palermo decida ogni mese di destinare ingenti risorse economiche per il pagamento dei canoni di affitto di edifici privati, adibiti a uffici pubblici, avendo al contempo la disponibilità di numerosi immobili (ad oggi inutilizzati) all’interno della “Fiera del Mediterraneo”, luogo in cui potrebbe sorgere la “Cittadella Comunale”, con notevole risparmio di risorse ed incremento dei livelli qualitativi delle attività comunali;
  5. Creazione di un nuovo Piano per lo sviluppo delle politiche culturali, che dia continuità ai risultati raggiunti nel corso dell’esperienza “Palermo Capitale italiana della Cultura 2018”. Per una città densa di cultura e fascino storico, come è Palermo, il Movimento ritiene imprescindibile lo sviluppo di un progetto che preveda la capillare diffusione “a quartiere” di molteplici iniziative culturali, con lo scopo di creare una vera e propria “cultura di prossimità̀”, capace di influire nelle quotidiane attività di ogni quartiere cittadino, creando occasioni di sviluppo e valorizzazione del territorio anche e soprattutto in ottica turistico-ricettiva;
  6. Inaugurazione di una nuova “Rivoluzione del Turismo”  I risultati conseguiti negli ultimi anni dimostrano che il flusso di turisti in città, grazie ad una programmazione e gestione integrata delle diverse attività, può costituire un’incredibile fonte di prosperità per l’intero capoluogo siciliano. Per tale ragione, i Comitati Civici credono fortemente nel potenziamento delle politiche attive per il turismo, il quale dovrà diventare – nel prossimo futuro – uno dei pilastri più importanti per lo sviluppo di tutto il territorio cittadino;
  7. Rafforzamento delle reti sociali e territoriali, soprattutto a vantaggio dei più deboli, da attuarsi attraverso un diretto coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni del territorio, sì da sostenere le politiche sociali a vantaggio dei minori e delle famiglie con figli normodotati e disabili;
  8. Previsione di politiche attive per il contrasto alla discriminazione di genere, da concretizzarsi attraverso interventi di prevenzione ed educazione civica nelle scuole, per dar piena esecuzione ai principi sanciti dalla Risoluzione europea contro i messaggi lesivi della dignità̀ delle persone.