ZTL a Palermo, Occhipinti: “Adesso serve un dialogo vero”

“Nutro il massimo rispetto per l’ordinanza del CGA di Palermo sulla questione ZTL, ma la città si ritrova nel caos visto che il TAR potrebbe ribaltare nuovamente tutto, a novembre. Do un consiglio al Sindaco Orlando: tenga conto della posizione dei giudici e cerchi di instaurare un dialogo vero ed utile per tutti”.

Sono queste le parole di Filippo Occhipinti, Capogruppo dei Comitati Civici al Consiglio comunale di Palermo, a poche ore dalla sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa il quale – ribaltando il precedente provvedimento sospensivo del TAR – ha dato ragione al Comune di Palermo legittimando la reintroduzione delle Zone a traffico limitato.

“Adesso l’esecutivo deve trovare delle soluzioni che vadano incontro alle esigenze di tutti, riducendo l’estensione dell’area sottoposta a ZTL e facendo le giuste differenziazioni in termini di tariffe, in base ad ISEE e cilindrata del veicolo. Occorre costruire – prosegue Occhipinti – un percorso per la città, coniugando gli interessi di tutti e rispettando la decisione del CGA di equilibrare diritto alla salute e diritto alla mobilità, introducendo però una reale soluzione al problema che non si traduca unicamente nell’ennesima tassa per i cittadini”.

A parere di Occhipinti, infine, “non occorre dimenticarsi che a novembre tutto potrebbe nuovamente essere ribaltato con la decisione definitiva del TAR. Tutto ciò crea solo confusione, la cittadinanza non ha certezza su come comportarsi e, ad oggi, la gestione di questa vicenda ha assunto dei toni fin troppo grotteschi. Occorre ordine, certezza, trasparenza”.