Riduzione posti letto a Villa Sofia, Castronovo: “Soluzione drammatica”


“Apprendiamo con sconforto che nel piano tagli della sanità sarebbe prevista una riduzione di 84 posti letto negli Ospedali riuniti Villa Sofia e Cervello, con addirittura la chiusura della cardiochirurgia pediatrica e odontoiatria. La notizia di tale volontà ci preoccupa non poco, considerato che i due presidi coprono una porzione importante del nostro territorio. Non possiamo accettare che si taglino posti letto, quando invece la quotidiana necessità palesata da un territorio densamente popolato, come è il Comune di Palermo, esprime la chiara urgenza di procedere in direzione opposta. Il Governo, piuttosto che attentare al diritto alla salute dei cittadini, cerchi i veri sprechi della sanità altrove, senza tagliare servizi alla cittadinanza. In questa direzione il governo regionale punta a favorire un sanità privata dove i cittadini sono sempre più costretti a pagare per ricevere cure che in un paese normale dovrebbero, invece, essere quantomeno accessibili a tutti”.

E’ questo il commento di Claudio Castronovo, Segretario generale de I Comitati Civici, a proposito della recente decisione con la quale il governo regionale ha deciso un pesante taglio delle risorse a disposizione della Sanità siciliana, con pesanti ripercussioni sulle prestazioni garantite ai cittadini.

(Foto: Livesicilia)