Palermo, il Centro Pino Puglisi a rischio chiusura, Occhipinti: “Vergogna”


“Il mancato pagamento delle rette a realtà che operano sul territorio e per il sociale, fornendo quotidiana assistenza alle fasce più deboli della società, è disumano e rappresenta una schifosa vergogna”: sono queste le parole del Consigliere comunale, Capogruppo dei Comitati Civici, Filippo Occhipinti che ha voluto così esprimersi in merito alle difficoltà vissute dal centro “Don Pino Puglisi” di Palermo, a rischio chiusura poiché da oltre un anno ormai non riceve più alcun contributo da parte del Comune di Palermo e della Regione Siciliana, debitori nei suoi confronti di quasi un milione di euro.

La gravissima situazione è emersa ieri sera, grazie ad un servizio del programma di Italia Uno “Le Iene“, che ha intervistato il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando chiedendo spiegazioni e certezze, che però non sono arrivate: “il servizio andato in onda ieri sera – afferma Occhipinti – denuncia una situazione più volte evidenziata in questi mesi, ma senza alcun risultato. La denuncia era già stata sottoposta all’attenzione dell’amministrazione nel 2015, che si è rifiutata di stanziare i 4 milioni di euro necessari al pagamento delle rette verso tutte quelle realtà che si occupano del settore terziario e del sociale. Il rischio è concreto: far fallire le cooperative e le case famiglia che comunque, nonostante tutto, continuano ad erogare i servizi pur tra mille difficoltà. Il Sindaco Orlando prenda dei provvedimenti o, se non ne è capace, che vada a casa perché così non si può continuare”.