Palermo, Castronovo sullo Stadio delle Palme: “Scelta inspiegabile”


Claudio Castronovo, Consigliere di circoscrizione per i Comitati Civici, interviene sulla polemica sorta attorno alla concessione da parte del Comune di Palermo dello Stadio delle Palme, per i concerti di Mika e dei Negramaro in programma a giugno e luglio: “Sinceramente, cerco di trovare una risposta ma non la trovo. A Palermo, uno dei pochi impianti sportivi funzionanti è lo Stadio delle Palme, il cui regolamento d’uso vieta espressamente l’organizzazione di qualsivoglia attività estranea a quella sportiva. Abbiamo poi lo Stadio Renzo Barbera, concesso al Palermo Calcio ma con una clausola espressa che autorizza il Comune di Palermo ad utilizzarlo per un certo numero di manifestazioni ogni anno. Ed infine abbiamo anche il Velodromo, impianto ormai inutilizzato ma che più di tutti si presta a questo genere di manifestazioni. La mia domanda allora è: essendoci varie e differenti soluzioni, perché l’amministrazione comunale ha scelto proprio la peggiore?”

Castronovo prosegue: “La scelta dell’amministrazione è senza logica ed inspiegabile. Sia chiaro – conclude Castronovo – non c’è nulla di strano nell’organizzazione di tali eventi culturali, che anzi giovano alla Città di Palermo e le permettono di poter esercitare un forte richiamo nei confronti di artisti di fama mondiale. Tuttavia riteniamo che il Comune debba cambiare la propria rotta, spostando i concerti al Velodromo e lasciando preservato lo Stadio delle Palme, che altrimenti rischierebbe seriamente di subire gravi danni”.