Filippo Occhipinti: “Palermo capitale della cultura? I cittadini vogliono normalità”


Il Capogruppo de I Comitati Civici al Consiglio comunale di Palermo, Filippo Occhipinti, ha commentato così le dichiarazioni del Sindaco del capoluogo Leoluca Orlando a proposito della possibilità di candidare la città a capitale europea della cultura, nei prossimi anni: “Di candidature di Palermo come capitale di qualsiasi cosa non se ne può più. Si tratta solo di un modo di distrarre i cittadini da tutto ciò che, in città, non funziona. Autobus inefficienti, Rap in difficoltà, Amat al collasso finanziario, verde abbandonato a sé stesso, pubblica illuminazione obsoleta, personale mal distribuito: sono questi i reali problemi della nostra città e l’Amministrazione non se ne preoccupa affatto”.

Continua Occhipinti: “L’esecutivo comunale è un disastro, è problema noto a tutti ormai. Ci hanno messo quattro anni per accorgersi degli imboscati: non è distrazione, ma è un modo di gestire il personale comunale secondo vecchie logiche. Oggi servono meritocrazia e tecnologia. La strategia di Orlando – conclude Occhipinti – è chiara: distrarre la cittadinanza, con strumenti come l’integrazione e gli immigrati, perché vuol nascondere quattro anni di suoi fallimenti. I palermitani vorrebbero semplicemente una città normale, ambizione a cui non potranno mai giungere sin quando ci sarà questa amministrazione in carica”.

(Foto Repubblica.it)