Comune di Palermo, “grana” dirigenti tecnici, Occhipinti: “Rischio paralisi”


“La sentenza del TAR che ha annullato la nomina di uno dei dirigenti tecnici, scelto dal Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, mette a serio rischio tutte le altre nomine a tempo determinato, con il pericolo di una paralisi completa dell’intero apparato burocratico del Comune di Palermo”.

Sono queste le parole di Filippo Occhipinti, Capogruppo dei Comitati Civici al Consiglio comunale di Palermo, intervenuto a seguito della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale che ha annullato il provvedimento di nomina di uno dei dirigenti tecnici operanti a Palazzo delle Aquile.

“Mi auguro si trovi una soluzione immediata per evitare l’ennesimo, clamoroso, flop. La città ha mille emergenze – prosegue Occhipinti – e già nel dicembre del 2014 avevamo denunciato le anomalie di questa procedura, con cui la nostra città era nuovamente sprofondata nel Medioevo, con un Sindaco che sceglie da sé vassalli e valvassori. Il TAR, oggi, conferma i dubbi in merito ai criteri di selezione allora presi in considerazione: il concorso per titoli sarebbe stato decisamente più trasparente, anziché far scegliere tutto unicamente al primo cittadino”.

“Resta il fatto – conclude Occhipinti – che si tratta dell’ennesimo procedimento di questa amministrazione a rischio impugnativa: Palermo merita molto di più di una gestione così irresponsabile”.