Palermo, multe illegittime: Comitati Civici aprono tre sportelli


Sono attivi da oggi 29 aprile i tre sportelli, dislocati sul territorio della città di Palermo, promossi dai Comitati Civici e destinati a fornire consulenza legale gratuita a tutti quei cittadini che – colpiti dalle multe notificate recentemente dal Comune di Palermo mediante il Consorzio Olimpo – vogliano verificare i presupposti per ottenerne l’annullamento.

Per poter prendere un appuntamento è necessario chiamare il correlato recapito telefonico:

  • Sportello Via Marinuzzi n. 143, presso Associazione “ASFA“. Orari: da Lunedì al Venerdì dalle ore 18 alle ore 20. Numero di telefono: 333/8513553;
  • Sportello Via Besio n. 15, presso Associazione “Besio e dintorni“. Orari: tutti i Sabato dalle ore 10 alle ore 11:30. Numero di telefono: 328/5351301;
  • Sportello Via Resuttana n. 494, presso Associazione “CAF Resuttana“. Orari: tutti i Mercoledì dalle ore 18 alle ore 19. Numero di telefono: 347/9998561.

L’attività di consulenza chiarirà l’esistenza o meno dei presupposti per il ricorso, e sarà svolta a titolo gratuito. La conseguente attività giudiziaria potrà essere svolta autonomamente da qualsiasi cittadino o, in alternativa, con l’assistenza diretta dei legali convenzionati (gratuita per gli iscritti alle associazioni copromotrici).

“Da sempre il nostro Movimento è a fianco della cittadinanza per tutelarne i diritti, specialmente nei confronti di quelle Pubbliche Amministrazioni che si rendono autrici di atti illegittimi – affermano il Presidente del Movimento Leonardo Canto, nonché i co-promotori dell’iniziativa Guido Romano, Domenico Pane e Giuseppe ChiodelliOgni scelta da parte dei pubblici poteri deve essere posta, soprattutto, nel rispetto della legge e dei giudici, tenuti a farla applicare”.

Vale la pena ricordare che secondo consolidato orientamento della giurisprudenza più recente, le notifiche di multe fatte da società private, alle quali il Comune ha affidato il servizio di consegna degli atti, sono da considerarsi giuridicamente inesistenti poiché considerate alla stregua di una omessa notificazione. Pertanto, l’effetto giuridico che ne consegue comporta l’estinzione dell’obbligazione di pagamento della somma dovuta, a titolo di sanzione, per la violazione di norme del Codice della Strada.

Nel caso di specie il Comune di Palermo ha affidato il servizio ad un Consorzio privato – il consorzio Olimpo – e pertanto sussistono gli elementi per valutare, caso per caso, la legittimità delle notifiche effettuate nei confronti dei cittadini palermitani.

Per qualsiasi ulteriore informazione siamo, come sempre: inviaci una email e saremo lieti di fornirti ogni chiarimento!