I Comitati Civici incontrano l’Assessore Marano: “Tante idee e proposte”


12049143_10206439928549558_5873180635862585113_nNella giornata odierna il Presidente dei Comitati Civici Leonardo Canto e il Responsabile del Dipartimento Economia, Innovazione e Sviluppo delle P.M.I. Giorgio Albanese, hanno preso parte ad un incontro con l’Assessore alle Attività produttive del Comune di Palermo, Dott.ssa Giovanna Marano, voluto dal Movimento a seguito della mozione promossa dal gruppo consiliare Comitati Civici della VI Circoscrizione, firmata proprio Leonardo Canto, con cui si chiede l’estensione ad altre zone di Palermo dello sconto della tassa del suolo pubblico in occasione della organizzazione di iniziative socio culturali.
L’Assessore ha manifestato la propria disponibilità a dar corretto seguito alla richiesta, finalizzata ad estendere a tutte le aree di Palermo iniziative che, con l’ausilio di uno sconto fiscale, consentano alle attività locali e di quartiere di poter sfruttare al massimo simili opportunità, in un momento in cui l’intero settore delle vendite al dettaglio lamenta un calo delle vendite, causate dal periodo di crisi economica. In questo senso dunque si è subito proposta l’organizzazione di una apposita manifestazione, programmata per il prossimo 13 dicembre nella Piazzetta di Via Praga a Palermo, iniziativa verso cui l’Assessore ha mostrato vivo interesse al punto da garantire massimo impegno per la sua realizzazione. 
Al termine dell’incontro Leonardo Canto e Giorgio Albanese non hanno potuto far altro che esternare tutta la propria soddisfazione per questo importante momento di confronto: “Ringraziamo l’Assessore Marano per la disponibilità e soprattutto per l’entusiasmo che ha manifestato di fronte alle nostre idee e proposte, che adesso speriamo possano davvero prendere concretezza. Palermo ha bisogno di nuove idee, di nuovi stimoli e molto spesso la chiave di volta per ottenere dei migliori risultati risiede in piccoli accorgimenti, utili a consentire alla cittadinanza di poter incrementare il livello qualitativo della propria quotidianità. Speriamo davvero che possano esserci altri incontri del genere nel prossimo futuro, con rappresentanti delle istituzioni disponibili al confronto e al dialogo”.